Home » Consigli » I denti da latte: comparsa, cura e problemi più comuni

I denti da latte: comparsa, cura e problemi più comuni

I denti da latte sono i primi denti che il bambino sviluppa. La crescita dei denti decidui, come vengono chiamati i denti da latte in odontoiatria, inizia già intorno al sesto mese di vita e dura fino ai due anni. La dentatura decidua è composta da soli 20 denti, che con lo sviluppo della mascella e della mandibola lasceranno spazio a 32 denti permanenti.
Questa sostituzione avviene dal sesto anno di età quando i bambini iniziano a perdere i primi denti e dura per ben 7 anni, cioè fino ai 13-14 anni.

Come prendersi cura dei denti da latte?
Sebbene i denti da latte con il tempo vengano sostituiti, è comunque importate prendersi cura anche di questa dentatura decidua. Infatti, questi denti sono meno resistenti di quelli permanenti, per cui vi è più probabilità di infezioni e carie. Oltre al mal di denti, queste patalogie possono provocare una caduta precoce del dente da latte, compromettendo lo sviluppo della dentatura permanente, rischiando di procovare anche inclusione dentale.
I bambini sviluppano la dentatura molto prima di essere in grado di lavarsi i denti da soli, per cui i genitori devono prendersi cura della pulizia dentale fin da subito. I primi denti vengono puliti con una semplice garza e soluzione fisiologica, che viene passata sia sui denti, sia sulle gengive.
I dentini dei piccoli sono particolarmente a rischio della cosiddetta carie da biberon. Si tratta di una carie a rapido sviluppo e molto profonda che attacca principalmente gli incisivi e la cui causa è l’uso prolungato del biberon. Se il bambino assume liquidi al biberon prima di dormire (alcuni genitori lasciano il biberon al bambino tutta la notte!), con la diminuzione della salivazione, i liquidi rimaranno a lungo a contatto con i denti favorendo lo sviluppo della carie.
Per evitare questo sintomo iniziate da subito con la pulizia a garza, dopo il primo anno con spazzolino a setole morbide, e sciacquate sempre la bocca del bambino dopo i pasti, soprattutto prima di dormire. E’ importante anche evitare o diminuire l’assunzione di liquidi troppo zuccherati (succhi di frutta, tisane zuccherate e simili) o di immergere ciuccio o biberon nel miele o nello zucchero.
L’ideale sarebbe allattare, in quando il latte materno rinforza e protegge i denti da latte. 
Quando i bambini sono più grandi, è necessario iniziare il lavaggio con dentifricio al fluoro, mentre il filo interdentale può venir utilizzato dal terzo anno di età.

Quando fare la prima visita dal dentista?
Solitamente si consiglia di procedere con la prima visita odontoiatrica a 12 mesi compiuti. Questa e’ particolarmente importante perché il dentista vi fornirà tutte le informazioni sull’igiene orale del bambino e saprà valutare se vi è bisogno di intergratori alimentari al fluoro. Questi possono contribuire a rafforzare i dentini dei più piccoli, evitando la carie.
Regolari visite dal dentista sono importanti durante tutta l’infanzia, infatti, appena spuntano i molari permanenti, il dentista provvederà immediatamente alla sigillatura dentale e saprà valutare se vi sono eventuali problemi ortodontici.