Home » Consigli » Apicectomia dentale per la cura di granulomi e gravi infezioni

Apicectomia dentale per la cura di granulomi e gravi infezioni

L’apicectomia è un intervento endodontico, solitamente svolto per la cura di granulomi che non possono venir trattati con una semplice devitalizzazione.

Ma vediamo innanzitutto che cos’e’ un granuloma!
Per diverse cause si può incorrere nell’infiammazione dell’apice radicale di un dente, ovvero quel punto dove i nervi e i vasi sanguigni entrano nel dente. Casi acuti possono venir curati con diverse tecniche endodontiche, mentre si ha un granuloma quando questa infiammazione diventa cronica e non vi sono trattamenti antinfiammatori o antibiotici che possano curarla.
Solitamente, un’infezione radicale viene curata con trattamenti di devitalizzazione, ma in alcuni casi questo non è possibile, ovvero quando:

  • il dente è già stato devitalizzato

  • il dente è incapsulato

  • vi è impossibilità di operare con i normali strumenti per la devitalizzazione

  • presenza di perni non removibili

  • il canale radicolare è conformato in maniera anomala – per es. è curvo

In questi casi è necessario procedere con l’apicetomia. Di cosa si tratta?
Si tratta di un trattamento chirurgico durante il quale viene rimosso l’appice radicale del dente in questione, dopodiché si procede a sigillare la cavità radicolare e assicurare in questo modo l’assoluta sterilità dell’endodonto. Tale sigillatura viene effettuata con materiale assolutamente biocompatibile e deve venir svolta alla perfezione di modo da garantire la riuscita dell’intervento. Questo tipo di sigillatura viene detto otturazione retrograda.
L’apicectomia viene svolta anche in alcuni casi di lesioni alla radice dentale o nel caso di cisti dentali.

Prima e durante l’intervento
Prima di procedere con l’apicectomia, il vostro dentista valuterà lo stato di salute del dente sia con un esame dentistico diretto sia tramite lastre, per accertare con sicurezza il livello di lesione del dente in questione.
Una volta concordato l’intervento, il denstista vi informerà quali sono le precauzioni da seguire e quali sono le tappe dell’intervento.
Per esempio, si consiglia di iniziare con dei lavaggi di colluttorio disinfettante (alla clorexidina) qualche giorno prima dell’intervento. Inoltre, il medico vi potrebbe consigliare dei medicinali da assumere sia prima sia dopo l’intervento – solitamente si tratta di antibiotici o antinfiammatori. Seguite sempre i consigli del medico e non procedete senza consultarlo con l’assunzione di farmaci non prescritti in prcedenza.
Informate sempre il denstista o il chirurgo di tutte le allergie o malattie croniche che avete; infatti, anche se a voi non sembrano rilevanti per questo trattamento, possono influenzare determinate scelte, per esempio quella dei medicinali da somministrarvi.
L’intervento di apicectomia è relativamente indolore vista la sua invasività e viene svolto in ambulatorio, in anestetsia locale. La durata media è di un’ora – un’ora e mezza, a seconda della complessità della situazione di ogni singolo paziente.

Post-intervento
Nella fase post-intervento è necessario seguire tutti i consigli del dentista, che solitamente consistono nel continuare con gli sciaqui di colluttorio (per almeno una decina di giorni) e con l’assunzione di antibiotici e antinfiammatori, sempre in accordo con il medico.
Generalmente, l’apicectomia non provoca disagi duraturi o complicazioni, ma sono comunque possibili dei sintomi post-intervento, tra cui i più comuni sono: gonfiore, dolore, sanguinamento gengivale, sensibilità dentale e difficoltà con la masticazione.
Per quest’ultimo motivo va prestata cura anche alla dieta, che deve consistere in cibi morbidi, così come si consiglia anche di riposare e non sottoporre il dente in questione a eccessivo stress, compreso lo spazzolamento. Fare attenzione anche a non allentare i punti di sutura con movimenti bruschi.
I punti vengono solitamente rimossi dopo una settimana, mentre alcuni mesi dopo l’intervento sarà necessario effettuare una visita di controllo, da concordare con il vostro medico specialista.

Sebbene l’apicectomia sia un intervento di routine, si tratta comunque di un intervento chirurgico e vi consigliamo pertanto di scegliere uno specialista in chirurgia orale.
Infatti, nel caso di intervento mal riuscito, l’unica soluzione è l’estrazione dentale. E' molto importante anche la scelta dei materiali per l'otturazione retrograda, che devono essere rigorosamente biocompatibili, onde evitare complicazioni future.
Cro-dental è a vostra disposizione per concordare una visita specialistica e il successivo intervento presso il nostro centro dentistico in Istria dove opera un dentista specializzato proprio in chirurgia orale! 

Richiedi un preventivo gratuito